Ottava della festa – 14 Agosto

 
 
 
 
 

 

Tela raffigurante la tragedia

In questa occasione si fa memoria di una tragedia accaduta all’interno della chiesa, il 14 agosto 1779, ad un uomo, un certo Giuseppe Guido di San Pietro in Lama (Le), sposato con una donna di San Donato, una certa Lucia Conte. Si racconta che, a seguito di litigi o di rivalità tra artisti per dei lavori da effettuare in chiesa, Giuseppe Guido tornò a vivere a San Pietro in Lama, giurando che sarebbe ritornato solo se un fulmine avesse abbattutto il campanile e lui fosse stato chiamato per ripararlo. Forse dimenticandosi di quel giuramento quel 14 agosto, entrò in chiesa, “forse per ripararsi da un temporale” e un fulmine, entrando in chiesa, lo colpì uccidendolo.

 

(Tratto dal libro”San Donato Vescovo e Martire – Culto e tradizioni in Italia a cura di Antonio Ingrosso)